Ritratto d’editrice

Quando una sconosciuta accetta di sedersi sul sedile posteriore di una vecchia mini, quella Made in England per intenderci, o si tratta di una sconsiderata oppure è persona capace di atletica intellettuale, oltre che fisica.

Rosellina Archinto rientra nella seconda ipotesi. Incontratomi poche ore prima, non solo accetta d’infilarsi nell’auto ma reagisce con noncuranza al blocco della stessa, rimasta ferma nel traffico, su una strada in salita, nell’ora di punta.

Guardi che si è ingolfata, mi apostrofa paonazza in volto dopo essere riuscita ad emergere dall’incastro del sedile di dietro.

E per sedare il mio imbarazzo prosegue: succede anche a me con la cinquecento.

Inutile dire che l’auto si rimette in moto dopo poco ma lei, ormai diffidente delle prestazioni tecniche del mezzo, preferisce proseguire a piedi verso il bistrot dove faremo una colazione, che nelle intenzioni avrebbe dovuto essere leggera.

La raggiungo nel locale con lieve ritardo causa traffico, cambio d’auto e parcheggio. La conversazione langue, si parla di spiritualità. Convinto di aver distrutto per sempre ogni possibilità di dialogo, decido di abbassare le difese e di dire quello che penso.

Non credo esistano, affermo perentorio, ma in caso contrario vorrei andare in paradiso per il clima e all’inferno per la compagnia.

Qualcuno al nostro tavolo mostra sconcerto.

Lei si volta verso di me e si mette a ridere. Ma è tua? No, mi pare l’abbia detta un inglese.

Nel 1953 un francese disse che la caratteristica dell’epoca era il timore di passare per stupidi nel fare una lode e la certezza di passare per intelligenti nell’esprimere un biasimo.

Dopo più di sessant’anni nulla è cambiato eppure non ho timore di tessere le lodi di una donna fuori dall’ordinario.

Il francese di cui sopra è Jean Cocteau. La citazione è contenuta ne Il Cammino di un Poeta. Il libro è stato recentemente ripubblicato in Italia dalla Archinto Editore.

20151011_171233

When a stranger agree to sit in the back seat of an old mini, the Made in England model, or it is a reckless person, or is capable of athletics intellectual as well as physical.

Rosellina Archinto falls into the latter. As I have met her a few hours before, not only she agrees to squeeze in the car but reacts casually to the block of it, frozen in traffic, on an uphill road, during rush hour.

Look, the car is flooded, she apostrophizes me flushed in the face after being able to emerge from the rear seat.

And to quell my embarrassment continues, it happens to me with Fiat 500.

Needless to say, the car gets back into gear after a while but she, now wary of the technical performance of my mini, prefers to walk over to the bistrot where we will have a lunch, that the intention was to be slight.

I reach into the room with a slight delay due to traffic, change drive and parking. The conversation languishes, we talk about spirituality.
Convinced of having forever destroyed any possibility of dialogue, I decide to lower the defenses and say what I think.

I do not think there are, say peremptory, but if not I would go to heaven for the climate, and hell for the company.

Someone at our table shows bewilderment.

She turns to me and laughs. But is it yours? No, I think an english said that.

In 1953 a French said that the characteristic of the period was the fear to pass for stupid in doing a praise and the certainty of expressing a smart move for censure .

After more than sixty years, nothing has changed and yet I have no fear of singing the praises of a woman out of the ordinary.

The french above is Jean Cocteau. The quote is contained in The Way of a Poet. The book was recently republished by Archinto Editore.

Demetrio Canale

Annunci

Un pensiero su “Ritratto d’editrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...